Leonardo Sciascia, un percorso tra letteratura e cinema

Venerdì 26 febbraio 2016, alle ore 15,30, alla Biblioteca San Giorgio di Pistoia - sala cinema (via Sandro Pertini, snc), nell'ambito del Festival del Giallo che quest'anno si svolge dal 26 al 28 febbraio, si terrà un incontro su Sciascia precursore del noir, nel corso del quale verrà presentato il saggio di Rossana Cavaliere, dal titolo “Sciascia e le immagini della scrittura”, edito da Felici.

 

L'autrice, dottore di ricerca in Letteratura e cinema, che vanta una solida formazione umanistica e, da sempre, una forte passione per la “settima arte”, esplora nel suo saggio le connessioni tra alcune opere di Leonardo Sciascia e le rispettive trasposizioni cinematografiche, divenute celebri anche per merito dei registi e degli attori che in esse si sono cimentati: si tratta di Damiani, di Petri, di Emidio Greco tra i primi; e di Franco Nero, Claudia Cardinale, Gianmaria Volontè tra i secondi, per citare solo i più noti al grande pubblico.
Il fil rouge di questo affascinante itinerario è costituito dal genere del poliziesco di mafia: una delle tappe forse più interessanti di questo percorso comparatistico tra letteratura e cinema è costituita dall'indagine intorno alla valenza “cinematografica” della narrativa sciasciana, ossia alla sua attitudine, quasi naturale, ad una trasposizione sul grande schermo. Ma si rivela di estremo interesse anche la ricerca della vena ironica costantemente presente nei libri del Nostro, e della sua resa, più o meno efficace, nei film che ne sono stati tratti. Inoltre, l'autrice approfondisce il tema della trasgressione che Sciascia ha praticato rispetto ai generi letterari canonici, con riferimento appunto al “giallo”, e si domanda se anche i registi hanno dimostrato una simile audacia nella loro arte....

Su queste tematiche, ma anche su altre, il saggio presentato sviluppa una riflessione originale e stimolante.

Alla presentazione, insieme all'autrice, interverrà per l'Associazione Giallo Pistoia Maurizio Tuci, esperto di cinema.

Devi effettuare il login per inviare commenti