Alla Biblioteca San Giorgio di Pistoia il 20 ottobre incontro su “Leonardo Sciascia e il giallo”

Leonardo Sciascia ha avuto – si sa – un rapporto molto intenso con il giallo e il poliziesco in particolare: non si è limitato infatti a raccontare storie, spesso ispirate, per quanto alla lontana, da fatti di cronaca e comunque ambientate in contesti realisticamente descritti, ma ne ha anche indagato le origini, l’evoluzione o l’involuzione, spingendosi fino a ricercare le pulsioni umane che fanno scattare il piacere della lettura gialla. E così non si è divertito soltanto come narratore a seguire o sovvertire le regole del poliziesco, ma anche come saggista, demolendo prove ritenute scadenti, valorizzando quelle valide, giudicando con straordinaria competenza e avvalendosi della sua penna affilata e convincente.

Nell’incontro, che si terrà venerdì 20 ottobre, alle ore 17:00, nella saletta Bigonciari della Biblioteca San Giorgio di Pistoia (Via Pertini), si ripercorreranno le tappe più significative di questo itinerario critico dello scrittore siciliano, attraverso una conversazione a più voci, incentrata su Sciascia sia come lettore, che come studioso del genere: si scopriranno le sue preferenze e idiosincrasie; si estrapoleranno dai saggi le argomentazioni di cui si è avvalso per sostenere le sue tesi, anche quando ha modificato o corretto il suo giudizio. Si rintracceranno gli influssi che la sua stessa scrittura saggistica ha avuto sulla sua scrittura gialla.

Il pomeriggio sarà coordinato dal padrone di casa, Giuseppe Previti, e vedrà gli interventi dell’italianista Rossana Cavaliere e del ricercatore del CNR dell’Istituto Opera del Vocabolario di Firenze Paolo Squillacioti, curatore dell’edizione Adelphi delle Opere di Leonardo Sciascia, di cui sono stati pubblicati i primi due dei tre volumi previsti. Durante la conversazione a più voci si metteranno a fuoco aspetti noti e meno noti del pensiero di Sciascia in materia e si proporranno, attraverso l’intervista a Squillacioti condotta dalla Cavaliere e supportata da Previti, anche gli esiti della ricerca di inediti portata avanti dallo studioso. 

Devi effettuare il login per inviare commenti