Attività  e Inizitive

Attività e Inizitive (56)

Categorie figlie

Attività dell'Associazione

Attività dell'Associazione (10)

In questa sezione sono descritte le iniziatuive realizzate dall'Associazione dalla sua fondazione avvenuta nel 1993. Per comodità di consultazione l'elenco è stato diviso in periodi quinquennali.

Visualizza articoli ...
All’interno della festa dell’Unità di Torino, si è svolto mercoledì 9 settembre l’incontro “Leonardo Sciascia. Maestro ideale di scuola letteraria e civile” coordinato da Fabrizio Morri, segretario provinciale PD, con gli interventi di Leonardo Casalino, docente di storia e letteratura italiana presso l’Università di Grenoble e autore di vaste ricerche intorno alla figura dell’artista di Racalmuto e di Salvatore Vullo, appassionato studioso delle opere del suo conterraneo da anni impegnato nelle attività dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia ed autore del volume “Di terra e di cibo.. Fra le pagine di Leonardo Sciascia” per i tipi di Salvatore Sciascia.Particolarmente interessante è…
  Scarica il programma del VI Leonardo Sciascia Colloquium Venerdì 20 e Sabato 21  si è svolto a Palermo il sesto  Leonardo Sciascia Colloquium degli Amici di Sciascia nella magnifica  Sala convegni  della Fondazione Whitaker [Villa Malfitano -Via Dante 167- Palermo]. Come da programma  (qui allegato), il Colloquium di quest’anno è stato interamente dedicato a una delle opere  più affascinanti di Leonardo Sciascia, La scomparsa di Majorana, nella ricorrenza dei quarant’anni dalla prima edizione.  Gli atti del Colloquium saranno raccolti  a cura di Albertina Fontana e pubblicati a novembre 2016 nel sesto volume di Todomodo, la rivista annuale internazionale di studi sciasciani…
É stato presentato martedì 21 aprile 2015, alle ore 17.30, a Firenze, presso la Sala Ferri del Gabinetto Scientifico Letterario G. P. Vieusseux di Palazzo Strozzi (Piazza Strozzi,1) il nuovo volume delle Opere di Leonardo Sciascia dato alle stampe dalla casa editrice Adelphi alla fine del 2014 e curato da Paolo Squillacioti. Dopo i saluti introduttivi di Gloria Manghetti, direttrice del Gabinetto Vieusseux, e di Niccolò De Laurentis degli Amici di Leonardo Sciascia. Enrico Gatta, giornalista delle pagine culturali del «Quotidiano Nazionale», ha guidato la discussione sui contenuti del volume.
Il 27 marzo è stato presentato   a Venezia nell'Aula Magna dell'Ateneo Veneto  il secondo volume della collana "Sciascia scrittore europeo", Leo S. Olschki editore, dal titolo Leonardo Sciascia e la Jugoslavia, per le cure di Ricciarda Ricorda, docente del Dipartimento di Studi Umanistici, Università Ca' Foscari, Venezia. La presentazione, introdotta da Bruno Pischedda, ha visto discutere Elvio Guagnini (Università di Trieste) e Paolo Squillacioti (CNR Ovi, Firenze). E' stata l'occasione di approfondire il rapporto dello scrittore di Racalmuto con la cultura di Slovenia, Croazia e Serbia, alla presenza della curatrice del libro.
Giovedì 12 marzo, ore 18,30, nell'elegante Salone dell'Affresco del Museo Poldi Pezzoli (Via Manzoni 12, Milano) si svolgerà una conversazione pubblica tra il  saggista  Francesco Cataluccio  e il critico d'arte Luigi Cavallo: l'argomento del colloquio prende lo spunto dal saggio introduttivo che   Leonardo Sciascia scrisse per il volume dedicato ad Antonello da Messina e pubblicato da Rizzoli, nel 1967,  nella collana I classici dell'Arte. Nel saggio, che  ha  come  titolo L'ordine delle somiglianze, Sciascia  riconosce nei ritratti del lontano conterraneo Antonello  le espressioni e  i tratti "bioetnici" che   rendono quei dipinti perenni ed efficaci rappresentazioni della sicilianità. Ed è proprio…
“Leonardo Sciascia: la Sicilia, il suo cuore” è un reading liberamente tratto da Laurana Lajolo dal libro del padre Davide Lajolo “Conversazione in una stanza chiusa. Leonardo Sciascia e Davide Lajolo”, edito da Sperling & Kupfer nel 1981. La prima rappresentazione è stata fatta ad Asti nel 2012 in occasione del centenario della nascita di Davide Lajolo e viene riproposta sempre ad Asti dagli attori de L’Arcoscenico in occasione del venticinquesimo anniversario della morte di Sciascia. Il testo affronta non solo i temi della mafia, della politica, della letteratura cari ai due scrittori, ma stabilisce un parallelo tra il Piemonte…
Giovedì 6 novembre 2014 alle ore 17:00 si svolgerà presso la Biblioteca San Giorgio di Pistoia un incontro sulla forma del genere “giallo” nell’opera di Leonardo Sciascia, organizzato dal Club Giallo Pistoia, in collaborazione con l’Associazione Amici di Leonardo Sciascia. Interverranno il prof. Giovanni Capecchi, docente dell’Università per stranieri di Perugia e, per l’Associazione Amici di Leonardo Sciascia, la prof.ssa Elisabetta Chiacchella, anch’essa docente dell’Università per stranieri di Perugia. I due relatori interverranno, rispettivamente, sul tema “La scrittura civile di Leonardo Sciascia”, e “Lungimiranza dei sottoposti nei gialli sciasciani degli anni ‘80”.   Coordinerà gli interventi Giuseppe Previti, del Club Giallo…
Operazione sempre arbitraria, quella di dire o scrivere che cosa avrebbe detto, o fatto, una persona che non c’è più; ma si può immaginare, in questo caso, che se Leonardo Sciascia si fosse trovato tra le mani questo “Di terra e di cibo (fra le pagine di Leonardo Sciascia)” di Salvatore Vullo (Salvatore Sciascia Editore, pagg.75; 9 euro), avrebbe sorriso divertito, incuriosito che la sua opera sia indagata in questo modo particolare e inedito. Un’operazione analoga, per esempio, è stata fatta con Georges Simenon e il suo personaggio più famoso, il commissario Maigret (“A cena con Simenon e il commissario…
Leonardo Sciascia in quella classificazione pirandelliana tra scrittori di cose e scrittori di parole, appartiene sicuramente agli scrittori di cose. Un grande conoscitorre di cose, tra cui quelle legate al mondo contadino e rurale, alla terra e ai suoi prodotti, il cibo e la gastronomia. Tutti elementi questi che nelle sue opere letterarie sono ben presenti e costituiscono parte importante della struttura e stile narrativo. Ciò rappresenta la chiave di lettura di questo volumetto che ci propone, tramite questi elementi, un breve ma emblematico viaggio attorno e dentro le opere e il pensiero dello scrittore.
  Quest’anno il V Leonardo Sciascia Colloquium, dal titolo Sciascia e i suoi filosofi, si svolgerà Venerdì  21 e Sabato 22 novembre nella cornice prestigiosa del Palazzo Serra di Cassano, sede dell’Istituto per gli Studi Filosofici  di via Monte di Dio, 14 a Napoli. Dopo la conferenza stampa di presentazione del quarto fascicolo (2014) della rivista annuale internazionale di studi sciasciani “Todomodo”, verrà affissa una lapide commemorativa sul portone di Via Egiziaca del Palazzo da cui uscì la carrozza che portava al patibolo Gennaro Serra di Cassano, nei giorni della repressione della Repubblica Napoletana del 1799.