Attività  e Inizitive

Attività e Inizitive (51)

Categorie figlie

Attività dell'Associazione

Attività dell'Associazione (8)

In questa sezione sono descritte le iniziatuive realizzate dall'Associazione dalla sua fondazione avvenuta nel 1993. Per comodità di consultazione l'elenco è stato diviso in periodi quinquennali.

Visualizza articoli ...
“Leonardo Sciascia: la Sicilia, il suo cuore” è un reading liberamente tratto da Laurana Lajolo dal libro del padre Davide Lajolo “Conversazione in una stanza chiusa. Leonardo Sciascia e Davide Lajolo”, edito da Sperling & Kupfer nel 1981. La prima rappresentazione è stata fatta ad Asti nel 2012 in occasione del centenario della nascita di Davide Lajolo e viene riproposta sempre ad Asti dagli attori de L’Arcoscenico in occasione del venticinquesimo anniversario della morte di Sciascia. Il testo affronta non solo i temi della mafia, della politica, della letteratura cari ai due scrittori, ma stabilisce un parallelo tra il Piemonte…
Giovedì 6 novembre 2014 alle ore 17:00 si svolgerà presso la Biblioteca San Giorgio di Pistoia un incontro sulla forma del genere “giallo” nell’opera di Leonardo Sciascia, organizzato dal Club Giallo Pistoia, in collaborazione con l’Associazione Amici di Leonardo Sciascia. Interverranno il prof. Giovanni Capecchi, docente dell’Università per stranieri di Perugia e, per l’Associazione Amici di Leonardo Sciascia, la prof.ssa Elisabetta Chiacchella, anch’essa docente dell’Università per stranieri di Perugia. I due relatori interverranno, rispettivamente, sul tema “La scrittura civile di Leonardo Sciascia”, e “Lungimiranza dei sottoposti nei gialli sciasciani degli anni ‘80”.   Coordinerà gli interventi Giuseppe Previti, del Club Giallo…
Operazione sempre arbitraria, quella di dire o scrivere che cosa avrebbe detto, o fatto, una persona che non c’è più; ma si può immaginare, in questo caso, che se Leonardo Sciascia si fosse trovato tra le mani questo “Di terra e di cibo (fra le pagine di Leonardo Sciascia)” di Salvatore Vullo (Salvatore Sciascia Editore, pagg.75; 9 euro), avrebbe sorriso divertito, incuriosito che la sua opera sia indagata in questo modo particolare e inedito. Un’operazione analoga, per esempio, è stata fatta con Georges Simenon e il suo personaggio più famoso, il commissario Maigret (“A cena con Simenon e il commissario…
Leonardo Sciascia in quella classificazione pirandelliana tra scrittori di cose e scrittori di parole, appartiene sicuramente agli scrittori di cose. Un grande conoscitorre di cose, tra cui quelle legate al mondo contadino e rurale, alla terra e ai suoi prodotti, il cibo e la gastronomia. Tutti elementi questi che nelle sue opere letterarie sono ben presenti e costituiscono parte importante della struttura e stile narrativo. Ciò rappresenta la chiave di lettura di questo volumetto che ci propone, tramite questi elementi, un breve ma emblematico viaggio attorno e dentro le opere e il pensiero dello scrittore.
  Quest’anno il V Leonardo Sciascia Colloquium, dal titolo Sciascia e i suoi filosofi, si svolgerà Venerdì  21 e Sabato 22 novembre nella cornice prestigiosa del Palazzo Serra di Cassano, sede dell’Istituto per gli Studi Filosofici  di via Monte di Dio, 14 a Napoli. Dopo la conferenza stampa di presentazione del quarto fascicolo (2014) della rivista annuale internazionale di studi sciasciani “Todomodo”, verrà affissa una lapide commemorativa sul portone di Via Egiziaca del Palazzo da cui uscì la carrozza che portava al patibolo Gennaro Serra di Cassano, nei giorni della repressione della Repubblica Napoletana del 1799.
Come avevamo già segnalato in precedenza, la coordinatrice dell’Area Nord, Laura Parola, ha organizzato un incontro per il 16 ottobre, nel quale giuristi e critici letterari discuteranno intorno al racconto-inchiesta La strega e il capitano, di Leonardo Sciascia. Si tratta di un’iniziativa che vede l’Associazione intervenire con una sua proposta nel contesto di altre riflessioni, riguardanti il rapporto Giustizia – Letteratura, progettate a Milano in occasione dei 250 anni dalla pubblicazione di Dei delitti e delle pene di Cesare Beccaria. Contiamo sulla presenza di molti di voi e sulla vostra capacità di coinvolgere amici e conoscenti. Ci auguriamo anche che…
16 ottobre 2014, dalle ore 17 alle ore 20 Sala di Lettura dell’Archivio Achille Bertarelli - Castello Sforzesco - Piazza Castello -  Milano Leonardo Sciascia La strega e il capitano L’ “Associazione Amici di Leonardo Sciascia”, in occasione dell’avvio delle attività nell’Area Nord, organizza un incontro di letture intorno al racconto-inchiesta La strega e il capitano, ambientato nella Milano del Seicento, già teatro delle opere manzoniane: un omaggio a Sciascia, e naturalmente a Manzoni, sui temi a entrambi cari della giustizia e della equità sociale.
Tutti possono registrarsi  on line al quinto appuntamento dei LEONARDO SCIASCIA COLLOQUIA. “Leonardo Sciascia e i suoi filosofi” .  Questo il titolo del Colloquium 2014, nella ricorrenza dei 25 anni dalla scomparsa dello scrittore, che  sarà dibattuto nella due giorni napoletana nella sede prestigiosa dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, a Palazzo Serra di Cassano (Via Monte di Dio, 14) su iniziativa degli Amici di Sciascia.  
Martedì, 29 aprile si sono ritrovati a cena a Firenze alcuni soci e simpatizzanti dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia, per dare avvio al progetto di lavoro dell’Area centro. Il coordinatore dell’area che si sta costituendo, Niccolò De Laurentis, ha illustrato l’iniziativa ai presenti, tra cui il prof. Giuseppe Nava, ordinario di letteratura dell’Università di Siena, e il dott. Enrico Gatta, giornalista del quotidiano La Nazione e curatore delle pagine dedicate alla cultura e agli spettacoli.
La mostra che si inaugurerà il prossimo 7 maggio 2014 alle ore 18:00 a Firenze, è un evento che accompagna l’edizione 2012-2013 del premio Leonardo Sciascia Amateur d'Estampes. Come prevede il regolamento, una selezione delle incisioni dei primi tre classificati viene esposta in tre mostre itineranti, offerte dal Museo della Carta e della Filigrana di Fabriano, dalla Scuola Internazionale di Grafica di Venezia e dalla Fondazione Il Bisonte di Firenze. Sarà questa l’occasione per molti di conoscere alcune delle opere di Kluska, Bozek e Sécheret e di apprezzare l’operazione culturale che il premio stesso promuove. Scarica invito