LA METAMORFOSI DELL’ARTISTA. LEONARDO SCIASCIA DALLA NARRATIVA ALLA SAGGISTICA – Carmelo Spalanca – Flaccovio editore

L’oscillazione di Sciascia fra invenzione narrativa e riflessione critica è un aspetto rimasto in ombra nell’ambito della vasta bibliografia sull’autore. Obiettivo del volume è appunto quello di illustrare la metamorfosi dell’artista, dal momento che per lui la letteratura ha valore soltanto se razionalizza gli elementi più significativi della realtà. Scrittore di pensiero, come afferma Vincenzo Consolo, Sciascia si propone di proiettare nella sfera dell’arte le riflessioni sull’uomo e la natura, sotto l’egida di illustri modelli italiani ed europei attraverso cui procedere sicuro nel gran mare della cultura; da qui comincia la sua “avventura” d’intellettuale capace di dominare “tous les livres”. Senza pesi di erudizione, i libri degli altri si trasferiscono nella pagina sciasciana – esempio emblematico di riscrittura – sollecitando spesso il suo estro creativo. 

Carmelo Spalanca è docente di Letteratura italiana presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Palermo. Fra le sue pubblicazioni più recenti, si segnalano “Oltre lo stretto” (1997); “La crisi dei modelli. Studi e ricerche di letteratura italiana” (2004); “Un’isola non abbastanza isola” (2008). A Sciascia ha dedicato il volume “Da Regalpetra a Parigi. Leonardo Sciaia tra critica italiana e critica francese” (1994).     

Devi effettuare il login per inviare commenti