A Roma si chiude la mostra del “Premio Leonardo Sciascia amateur d’estampes” In evidenza

Dal 6 ottobre all’ 8 dicembre 2022, presso l’ Istituto centrale per la grafica di Roma (via della Stamperia, 6) sono in programma la mostra della X edizione del “Premio Leonardo Sciascia amateur d’estampes” e la mostra omaggio Piero Guccione. Tra rigore ed incanto.
Il ciclo di esposizioni itineranti 2021-2022 (Firenze, Fabriano, Venezia, Milano), al pari delle precedenti, ha visto svolgersi il 10 febbraio scorso la cerimonia di premiazione dei primi tre artisti classificati - Jan Vičar, Franco Fanelli, Thierry Mortiaux- al Castello Sforzesco di Milano.
La mostra romana, che chiude il ciclo espositivo, intende rendere omaggio ai ventotto artisti di diciassette paesi che hanno partecipato su invito al concorso: Kacper Bozek (Polonia), Deborah Chapma (Canada), Malgorzata Chomicz (Polonia), Charles Donker (Paesi Bassi), Franco Fanelli (Italia), Ariane Fruit (Francia), Donald Furst (USA), Michael Goro (USA), Marjatta Hanhijoki (Finlandia), Takuji Kubo (Giappone), Ewa Kutylak (Polonia), Andrea Lelario (Italia), Vairo Mongatti (Italia), Thierry Mortiaux (Belgio), Sonia Mottier (Francia), István Orosz (Ungheria), Nicolas Poignon (Francia), Jenny Robinson (Regno Unito), Agustin Rolando Rojas (Cuba), Egidijus Rudinskas (Lituania), Tomiyuki Sakuta (Giappone), Wendelien Schönfeld (Paesi Bassi), Jean-Baptiste Sécheret (Francia), Akimitsu Tamawake (Giappone), Jan Vičar (Repubblica Ceca), Mikio Watanabe (Giappone), Andreas Weißgerber (Germania), Cleo Wilkinson (Australia).
Anche questa edizione del Premio Sciascia ha previsto una mostra omaggio, fuori concorso, dedicata a uno degli artisti prediletti dallo scrittore. Dopo Alberto Manfredi, Leonardo Castellani, Jean Pierre Vélly, Luigi Bartolini, Mino Maccari, in questa edizione si possono ammirare le opere grafiche di Piero Guccione (1935-2018) che con Sciascia ha stabilito una profonda amicizia e intrattenuto una corrispondenza finora rimasta inedita. Curata da Giovanna Mori, in collaborazione con l’ Archivio Piero Guccione, la mostra ospita quindici opere grafiche che abbracciano il periodo 1964-2007. Dalle sue collezioni l’Istituto espone anche una Marina, acquatinta in grande formato, del 1992.

Istituito nel 1998 per iniziativa degli Amici di Leonardo Sciascia, d’intesa col Comune di Milano, il Premio si è andato affermando tra i più prestigiosi appuntamenti internazionali della grafica d’arte nel suo intimo rapporto con la letteratura. Questa edizione biennale è caduta nella ricorrenza del centenario della nascita dello scrittore (1921-2021) e si è svolta sotto gli auspici del Comitato Nazionale del Centenario Sciasciano, istituito dal Ministero della Cultura. La mostra è accompagnata da due cataloghi disponibili in sede per la sola consultazione: Leonardo Sciascia amateur d'estampes 2021 - 2022, Catalogo in tiratura limitata a cura di Francesco Izzo (Il Girasole Edizioni, Valverde (Catania), 2021) e Piero Guccione. Tra rigore ed incanto, a cura di Giovanna Mori, Archivio Piero Guccione, 2021.

L’inaugurazione della mostra, il 6 ottobre 2022 alle ore 18.30, a quattro anni esatti dalla morte di Piero Guccione, sarà preceduta da una tavola rotonda organizzata d’intesa con l’Associazione Amici di Leonardo Sciascia e col patrocinio del Comitato Nazionale del Centenario Sciasciano con tema “Etica della grafica”, a cui parteciperanno artisti, giurati e docenti di grafica d'arte, che si terrà nella Sala Dante di Palazzo Poli, via Poli 54, alle 16,30.

È possibile visitare la mostra, con ingresso gratuito, dal Martedì alla Domenica dalle ore 10.00 alle 19.00.