«Due teste in una stessa sciascia». Socio porta socio In evidenza

Photo Courtesy: Giuseppe Leone.

L’Associazione Amici di Leonardo Sciascia invita tutti gli associati alla campagna «Due teste in una stessa sciascia».

Per sostenere l'impegno editoriale e le attività programmate in questo anno così importante per il trentennale della morte di Leonardo Sciascia (1921-1989), e per garantirne la prosecuzione nel prossimo futuro (nel 2021 ricorre infatti il centenario della sua nascita), abbiamo necessità che il numero dei soci e dei donatori aumenti in maniera davvero consistente: alla fine dello scorso anno eravamo 150, e se ciascuno degli attuali soci ne portasse semplicemente uno, potremmo rapidamente raddoppiare la nostra base associativa.

Un nuovo socio, tutto sommato, è un obiettivo alla portata di tutti! basta che ciascuno rifletta sulle persone, che, nella propria cerchia di amicizie e conoscenze, potrebbero esprimere in maniera tangibile il loro sostegno alla nostra Associazione. Occorre prendere l'iniziativa ed essere molto diretti nella proposta.

Al socio che riuscirà a far aderire un amico, verrà donata in omaggio una pubblicazione Olschki curata dall’Associazione.

Il titolo che abbiamo scelto per questa campagna è spiegato in La Sicilia come metafora, Mondadori, Milano 1979, p. 12: Sciascia è un cognome propriamente arabo, che fino al 1860 sui registri anagrafici veniva scritto Xaxa, e che si leggeva Sciascia. In arabo, dice Michele Amari, vuol dire "velo del capo". Una volta, il console di Libia a Palermo mi ha detto che, per indicare un'amicizia strettissima, nel suo paese si parla di "due teste in una stessa sciascia".

 (La lettera che trovate allegata potrà essere di grande aiuto in questo approccio, perché vi sono descritte in maniera particolareggiata ed aggiornata tutte le attività del nostro sodalizio).
... 

 

 

Devi effettuare il login per inviare commenti