Photo Courtesy: Giuseppe Leone.

L’Associazione Amici di Leonardo Sciascia invita tutti gli associati alla campagna «Due teste in una stessa sciascia».

Per sostenere l'impegno editoriale e le attività programmate in questo anno così importante per il trentennale della morte di Leonardo Sciascia (1921-1989), e per garantirne la prosecuzione nel prossimo futuro (nel 2021 ricorre infatti il centenario della sua nascita), abbiamo necessità che il numero dei soci e dei donatori aumenti in maniera davvero consistente: alla fine dello scorso anno eravamo 150, e se ciascuno degli attuali soci ne portasse semplicemente uno, potremmo rapidamente raddoppiare la nostra base associativa.

Un nuovo socio, tutto sommato, è un obiettivo alla portata di tutti! basta che ciascuno rifletta sulle persone, che, nella propria cerchia di amicizie e conoscenze, potrebbero esprimere in maniera tangibile il loro sostegno alla nostra Associazione. Occorre prendere l'iniziativa ed essere molto diretti nella proposta.

Al socio che riuscirà a far aderire un amico, verrà donata in omaggio una pubblicazione Olschki curata dall’Associazione.

Il titolo che abbiamo scelto per questa campagna è spiegato in La Sicilia come metafora, Mondadori, Milano 1979, p. 12: Sciascia è un cognome propriamente arabo, che fino al 1860 sui registri anagrafici veniva scritto Xaxa, e che si leggeva Sciascia. In arabo, dice Michele Amari, vuol dire "velo del capo". Una volta, il console di Libia a Palermo mi ha detto che, per indicare un'amicizia strettissima, nel suo paese si parla di "due teste in una stessa sciascia".

 (La lettera che trovate allegata potrà essere di grande aiuto in questo approccio, perché vi sono descritte in maniera particolareggiata ed aggiornata tutte le attività del nostro sodalizio).
... 

 

 

di Rossana Cavaliere e Roberta De Luca

Per la prova scritta di Italiano degli esami di maturità 2019, agli studenti è stato proposto anche un brano tratto da Il giorno della civetta. Il fatto che ciò sia avvenuto nel trentennale della scomparsa di Leonardo Sciascia, e al di là del taglio che è stato dato alla prova, ha costituito un omaggio alla memoria dello scrittore e il riconoscimento della sua importanza nel panorama della letteratura italiana.
La prova su Sciascia è stata scelta dall’11 per cento dei circa 520.000 giovani che quest’anno hanno affrontato l’esame di maturità. Si tratta di circa 57.000 ragazzi, un numero di tutto rispetto. Per buona parte di loro, è ipotizzabile che questo contatto con lo scrittore di Racalmuto sia stato il primo. Ci auguriamo sia soltanto l’inizio.

 

Martedì 25 giugno alle ore 17.30  a Roma ha avuto inizio il finissage della nona edizione del Premio Leonardo Sciascia amateur d’estampes, con la sesta e ultima mostra delle 29 opere in concorso. La mostra, la cui direzione artistica è stata affidata a Giuseppe Modica, Artista, Docente di Pittura e Coordinatore del Dipartimento di Arti Visive dell’Accademia di Belle Arti di Roma, giurato del Premio, è stata allestita nella Sede di Via Ripetta, Aula Colleoni, Accademia di Belle Arti di Roma (Piazza Ferro di Cavallo, 3). Dopo i saluti di Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma, sono intervenuti Francesco Izzo, Presidente dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia, Tania Campisi, Docente di Grafica d’Arte ABAR e Coordinatore di Grafica d’Arte. Alle 18.30 c'è stata l’inaugurazione della mostra che resterà aperta dal lunedì al sabato (ore 10.00-18.00) fino al 25 luglio.  Ingresso libero.

In allegato il programma.

Promosso dal Centro Studi Pasolini in collaborazione con gli Amici di Sciascia, il convegno, intitolato suggestivamente Gli eretici Pasolini e Sciascia. Affinità e differenze tra due intellettuali soli, «fraterni e lontani», inaugura a Casarsa della Delizia (Pordenone) nella sala del Centro Studi Pier Paolo Pasolini(Via Guido Alberto Pasolini,4), l’8 e il 9 novembre 2019, il ciclo di manifestazioni del «Novembre Sciasciano», ideato dagli Amici di Leonardo Sciascia e diretto da Filippo La Porta, nella ricorrenza del trentennale della morte di Leonardo Sciascia (1989-2019). Si indagherà sui rapporti tra due giganti della cultura del Novecento intorno a diversi temi: dal potere politico alla scuola, dal cinema alla sfera del sacro, dalla poesia alle recensioni.

E' già attivo il pulsante di registrazione on-line ai lavori del Convegno. Si prega di Registrarsi cliccando qui:



Ieri 11 Maggio alle ore 17.30, al XXXII Salone internazionale del Libro di Torino, nel Padiglione 1 presso lo spazio della Regione Marche, pieno di visitatori, si è svolto un incontro promosso dagli Amici di Leonardo Sciascia e la rivista «Todomodo», in collaborazione con la Regione Marche e la Casa editrice Olschki su  
«
Leonardo Sciascia: le Marche, la Scuola, l'Europa». 
Sono intervenuti Luigi Carassai, già Presidente degli Amici di Sciascia, Niccolò De Laurentiis, Vicepresidente, le relatrici Tiziana MattioliRoberta De Luca e Giovanna Lombardo. Si è parlato, in prospettiva europea, dei rapporti di Leonardo Sciascia con intellettuali e artisti marchigiani, di scuola, e tanto altro. È stato presentato inoltre il secondo volume della nuova collana degli Amici di Leonardo Sciascia, “Smara”, (uno dei numerosi omaggi per chi si associa) e sono stati anticipati i temi del Leonardo Sciascia Colloquium che si svolgerà in novembre a Parigi.

In allegato il video della manifestazione (dalla 7a ora di registrazione in poi)

PARIGI

ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA

50 RUE DE VARENNE , 

21-22 NOVEMBRE 2019

X LEONARDO SCIASCIA COLLOQUIUM


Parigi, città con cui Sciascia ebbe un legame speciale, sarà la sede dell’appuntamento clou di quello che abbiamo definito «Novembre sciasciano»: nel mese di novembre prossimo si commemora infatti il trentesimo anniversario della scomparsa dello scrittore di Racalmuto, e la nostra Associazione intende celebrare questa ricorrenza con alcuni eventi in Italia e, per la prima volta, all’estero.

GALLERIA EDIZIONI SPECIALI

COLLANA PORTE APERTE

1 - Bruno Caruso “Le giornate romane di Leonardo Sciascia

 

Massimo Onofri “Nel nome dei padri

 

Giuseppe Traina “In un destino di verità”

 

Kazimierz Brandys “Lettere alla Signora Z.”

 

Giacomo Casanova “Jcosameron

 

Denis Diderot “Il paradosso sull’attore

 

Valter Vecellio “Saremo perduti senza la verità

 

 

Giovanna Jackson “ Nel labirinto di Sciascia

 

Emanuele Navarro della Miraglia “Macchiette parigine”

 

Gian Franco Grechi “ Stendhal e Manzoni”

 

Giovanna Lombardo “ Il critico collaterale - Leonardo Sciascia e i suoi editori”

 

COLLANA QUADERNI LEONARDO SCIASCIA

 

Valentina Fascia (curatore), ”Colpi di penna,colpi di spada“

 

FUORI COLLANA

 

Nino De Vita “Il cuscùs dolce”

 

COLLANA SCIASCIA SCRITTORE EUROPEO

 

Renato Martinoni (curatore), ”Troppo poco pazzi – Leonardo Sciascia nella libera e laica Svizzera“

 

Ricciarda Ricorda (curatore), ”Leonardo Sciascia e la Jugoslavia“

 

RIVISTA TODOMODO

 

TODOMODO, Volume Anno I

 

TODOMODO, Volume Anno II

 

TODOMODO, Volume Anno III

 

TODOMODO, Volume Anno IV

 

TODOMODO, Volume Anno V

 

TODOMODO, Volume Anno VI

 

TODOMODO, Volume Anno VII

 

TODOMODO, Volume Anno VIII

 

TODOMODO, Volume Anno IX

[IN ALLESTIMENTO]

 

Collana Porte Aperte (volumi, cm. 12 x17) e Collana Porte Aperte- Le Letture di Leonardo Sciascia (volumi, cm. 12 x 20)

(in collaborazione con edizioni La Vita Felice,Milano)

 

SOCI

 

Bruno Caruso “Le giornate romane di Leonardo Sciascia”, Milano,1997,144 pp. [Collana “Porte aperte, 3]                                                         

Edizione speciale con un’incisione originale all’acquaforte di Bruno Caruso, numerata e firmata, tirata a complessivi 120 esemplari

 

 

  

 

200,00 €

Massimo Onofri “Nel nome dei padri”, Milano 1998, pp. 155 [Collana “Porte aperte, 4]                                                                            

Edizione speciale con un’incisione originale di Domenico Faro, numerata e firmata, intitolata «Una rosa per Leonardo» tirata a complessivi 80 esemplari

 

 

200,00 €

Giuseppe Traina “In un destino di verità”, Milano 1999, pp. 148 [Collana “Porte aperte,5]                                               

Edizione speciale con un’incisione originale all’acquaforte di Agostino Arrivabene, numerata e firmata dall’artista, intitolata «Il raccoglitore di stelle cadenti» tirata a 80 esemplari

 

 


200,00 €

Kazimierz Brandys “Lettere alla Signora Z.”, Milano 2000,pp. 301 [ Collana “Le letture di Leonardo Sciascia”,1]

Edizione speciale con un’incisione originale a bulino di Vincenzo Puliti, numerata e firmata dall’artista, intitolata « Madame Z», tirata a 80 esemplari

 

 

180,00 €

Giacomo Casanova “Jcosameron”, Milano 2001,pp. 240 [ Collana “Le letture di Leonardo Sciascia”, 2] a cura e con un testo di Giuseppe Panella

Edizione speciale con un’incisione originale all’acquaforte di André Beuchat, numerata e firmata dall’artista, intitolata «La chute», tirata a 80 esemplari

 

 

180,00 €

Denis Diderot “Il paradosso sull’attore”, Milano 2002 , pp.216 [ Collana “Le letture di Leonardo Sciascia”,3]

a cura e con un introduzione di Giuseppe Panella

Edizione speciale con un’incisione originale all’acquatinta-acquaforte e puntasecca di Isabella Branella, numerata e firmata dall’artista, intitolata «Il padrone delle maschere», tirata a 80 esemplari

 

 

 

180,00 €

 Valter Vecellio “Saremo perduti senza la verità”, Milano 2003 ,pp.351 [Collana “Porte aperte,9]                                             

Edizione speciale (con un’incisione origiale a puntasecca di Francesco Sciaccaluga, numerata e firmata dall’artista, intitolata «Interno con scrittoio», tirata a 60 esemplari

 

 

150,00 €

Giovanna Jackson “ Nel labirinto di Sciascia”, Milano 2004, pp. 237 [Collana “Porte aperte,10]                                           

Edizione speciale con un’incisione originale all’acquaforte e acquatinta di Paola Maestroni, numerata e firmata dall’artista, intitolata «Sous la peau», tirata a100 esemplari)

 

 

 

150,00 €

 

Emanuele Navarro della Miraglia “Macchiette parigine”, Milano 2005, pp. 240 [ Collana “Le letture di Leonardo Sciascia”,4]

a cura e con un saggio di Pietro Milone

Edizione speciale con un’incisione originale alla maniera nera di Giovanni Turrìa, numerata e firmata dall’artista, intitolata «…ai raggi della luna», tirata a 80 esemplari

 

 

 

180,00 €

Gian Franco Grechi “ Stendhal e Manzoni”, Milano 2006, pp 125 [Collana “Le letture di Leonardo Sciascia”,5]

con un ricordo di Agostino Arrivabene.

Edizione speciale con un’incisione originale all’acquaforte di Agostino Arrivabene, numerata e firmata dall’artista, intitolata «Festina lente», tirata a complessivi 120 esemplari

 

 

 

180,00 €

Giovanna Lombardo “ Il critico collaterale - Leonardo Sciascia e i suoi editori”, Milano 2008, pp.238 [Collana “Porte aperte,13]

Edizione speciale con un’incisione originale all’acquaforte, puntasecca, acquatinta e carborundum di Sandro Bracchitta, numerata e firmata dall’artista, intitolata «Le parole degli Occhi» tirata a 60 esemplari

 

 

150,00 €

   Collana Quaderni   Leonardo   Sciascia

(in collaborazione con edizioni La Vita Felice, Milano), Volume cm. 14,5 x 21

 

 

 

Valentina Fascia (curatore), ”Colpi di penna,colpi di spada“, Milano 2001, pp.238. Di questo volume,è stata realizzata ad   ottanta anni dalla nascita di Sciascia e a otto anni dalla costituzione dell'associazione anche un edizione speciale (con un’incisione originale di Agostino Arrivabene con il logo degli Amici di Sciascia, numerata e firmata dall'artista, tirata a   220 esemplari

 

 

200,00 €

Fuori Collana

(in collaborazione con IL GIRASOLE EDIZIONI, Valverde, Catania)

 

 

 

Nino De Vita “Il cuscùs dolce”, Valverde 1999, pp. 4, [Collana “Valverdina”] in 200 esemplari,

con un’incisione originale all’acquaforte di Vincenzo Piazza,numerata e firmata dall’artista, tirata a 100 esemplari 

                                                                                                  

 

ESAURITO

   Collana Sciascia Scrittore Europeo

(in collaborazione con casa editrice Leo S.Olschki, Firenze). Tutti i volumi, cm. 17 x 24. con incisione sono fuori commercio, destinati ai soli soci

 

 

 

Renato Martinoni (curatore), ”Troppo poco pazzi – Leonardo Sciascia nella libera e laica Svizzera“, Firenze 2011, pp. XIV + 173, con un DVD allegato

Di questo volume, è stata realizzata anche un’edizione di testa (con un’incisione originale a bulino di Carla Horat, numerata e firmata dall'artista, intitolata «Ex libris per Leonardo Sciascia», tirata a complessivi 100 esemplari

 

 

 

200,00 €

Ricciarda Ricorda (curatore), ”Leonardo Sciascia e la Jugoslavia “, Firenze 2015, pp XII + 233

Di questo volume, è stata realizzata anche un edizione di testa (con un’incisione originale all’acquaforte di Safet Zec, numerata e firmata dall'artista, intitolata «Preghiera», tirata a complessivi 75 esemplari

 

 

 

 

200,00 €

Albertina Fontana e Ivan Pupo (curatori), ”Nel paese di Cunegonda: Sciascia e la cultura tedesca“, Firenze 2019, pp da definire

Di questo volume, è realizzata anche un edizione di testa (con una silografia   originale di Pino Di Silvestro, numerata e firmata dall'artista, intitolata «L'offerta del diavolo» tirata a complessivi 105 esemplari (in preparazione)

 

In omaggio ai Soci Pacchetto Completo 2019

Rivista internazionale di studi sciasciani TODOMODO fondata da Francesco Izzo

(in collaborazione con casa editrice Leo S.Olschki, Firenze). Tutti i volumi, cm. 17 x 24. con incisione sono fuori commercio, destinati ai soli soci

 

 

 

TODOMODO, Volume Anno I, Firenze 2011, pp. XVIII + 314, con un DVD allegato

Di questo volume, è stata realizzata anche un’edizione di testa (con un’incisione originale all’acquaforte di Agostino Arrivabene, numerata e firmata dall'artista, intitolata «Effluvi düreriani», tirata a complessivi 220 esemplari

 

 

 

250,00 €

TODOMODO, Volume Anno II, Firenze 2012, pp. XVIII + 418, con un DVD allegato

Di questo volume, è stata realizzata anche un’edizione di testa (con un’incisione originale all’acquaforte, bulino e collage di Carla Horat, numerata e firmata dall'artista, intitolata «L’albero della civetta», tirata a complessivi 65 esemplari

 

 

 

200,00 €

TODOMODO, Volume Anno III Firenze 2013, pp. XX + 294

Di questo volume, è stata realizzata anche un edizione di testa (con un’incisione originale all’acquaforte di André Beuchat, numerata e firmata dall'artista, intitolata «Sur le seuil», tirata a complessivi 65 esemplari

 

 

 

200,00 €

TODOMODO, Volume Anno IV Firenze 2014, pp XVI + 364

Di questo volume, è stata realizzata anche un’edizione di testa (con un’incisione originale all’acquaforte e bulino di Patrizio Di Sciullo, numerata e firmata dall'artista, intitolata «Ossessione» tirata a complessivi 65 esemplari

 

 

 

200,00 €

TODOMODO, Volume Anno V Firenze 2015, pp. XXXVI + 364

Di questo volume, è stata realizzata anche un’edizione di testa (con un’incisione originale all’acquaforte e bulino di Edo Janich, numerata e firmata dall'artista, intitolata «Naturae Speculum», tirata a complessivi 65 esemplari

 

 

200,00 €

TODOMODO, Volume Anno VI Firenze 2016, pp. X + 390

Di questo volume, è stata realizzata anche un’edizione di testa (con un’incisione originale a puntasecca di Giuseppe Iannello, numerata e firmata dall'artista, intitolata «Equazione a infinite componenti» tirata a complessivi 80 esemplari (ciascuno uno stato diverso della stessa matrice)

 

 

200,00 €

TODOMODO, Volume Anno VII Firenze 2017, pp. XII + 420

Di questo volume, è stata realizzata anche un’edizione di testa (con un’incisione originale a bulino e puntasecca di Giovanni Turrìa, numerata e firmata dall'artista, intitolata «Nuovo Io», tirata a complessivi 105 esemplari

 

 

 

200,00 €

TODOMODO, Volume Anno VIII Firenze 2018, pp. X + 460

Di questo volume, è stata realizzata anche un’edizione di testa (con un’incisione originale all’acquaforte e acquatinta di Ezio Bartocci, numerata e firmata dall'artista, intitolata «Affabulazione» , tirata a complessivi 105 esemplari

 

 

150,00 €

TODOMODO, Volume Anno IX Firenze 2019, pp da definire

Di questo volume, è stata realizzata anche un’edizione di testa (con un’incisione originale all’acquaforte di Edo Janich, numerata e firmata dall'artista, intitolata «Tawāf», tirata a complessivi 105 esemplari (in preparazione)

 

In omaggio ai Soci Pacchetto Completo 2019

Quello che segue è il catalogo delle edizioni per bibliofili e amateurs d’estampes,  contenenti opere  in tiratura limitata, in genere un’incisione, numerata e firmata, curate dall’associazione degli Amici di Leonardo Sciascia  in collaborazione con  le case editrici Leo S. Olschki (Firenze), La Vita Felice (Milano), Il Girasole (Valverde, Catania). I soli Soci possono ottenere i volumi in base alle disponibilità degli esemplari in giacenza, rivolgendosi esclusivamente agli Amici di Sciascia all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

All’importo dei volumi va sempre aggiunto quello delle spese di spedizione che avviene  solo per assicurata o altro sistema di spedizione che garantisca l’ordinante e gli Amici di Sciascia da rischi di smarrimento, tenuto anche  conto del valore venale delle edizioni. Il confezionamento e l’imballo sono a carico degli Amici di Sciascia.

Questi volumi sono riservati in esclusiva ai soci degli Amici di Sciascia in regola coi versamenti dell’anno in corso.

 Il pagamento complessivo (volumi + spese di spedizione) va regolato anticipatamente, preferibilmente via carta di credito (Visa, Mastercard, American Express, etc) /PayPal o bonifico bancario, a favore dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia.  IBAN: IT 21 O 02008 01671 00000 4594688 [dopo IT 21 c’è la lettera O maiuscola].

Il codice BIC SWIFT è UNCRITM1DF7.

Nella causale va indicato il titolo dei volumi acquistati.

Anche  questa IX edizione del Colloquium, come ormai dal 2013, si è conclusa con la sessione “Progetto scuole” uno spazio in cui alcune classi delle scuole superiori propongono i loro elaborati. L'aver esteso la partecipazione al Colloquium agli studenti, non solo come spettatori, ma come parte attiva negli interventi è il segno della volontà dell'Associazione di diffondere la conoscenza e la lettura delle opere di Sciascia tra i giovani. Sciascia stesso, come si legge in alcuni suoi scritti, sollecitava a scoprire, o a riscoprire, come nel nostro caso,  i validi scrittori. E questo insegnamento mostra la sua efficacia proprio con le opere di Sciascia che, proposte ai giovani lettori e opportunamente introdotte dai loro generosi insegnanti, riscuotono sempre un grande interesse:  per la loro alta tensione morale, per il giudizio lucidamente critico, per l’ elegante chiarezza dello stile. E' stato così anche nel Colloquium di Perugia, nell’ambito della sessione “La scuola con Sciascia sulle tracce della cultura araba”, presieduta dalla professoressa Laura Pàrola. Hanno partecipato il Liceo scientifico statale “Arturo Labriola” (Napoli), l’ IIS “Cavour Marconi Pascal” (Perugia), il Liceo classico e linguistico “Federico Frezzi-Beata Angela” (Foligno), il Liceo scientifico statale “Leonardo da Vinci” (Terracina)

Pagina 1 di 12